Al Mudec di Milano nasce lo spazio “Mudec Photo” con la mostra “Animals” di Steve McCurry

In occasione della nascita del MUDEC PHOTO, il nuovo spazio espositivo del Museo delle Culture di Milano, la grande arte del celebre fotoreporter americano Steve McCurry arriva al MUDEC con la mostra intitolata “Animals”, in programma dal 16 dicembre al 31 marzo 2019. Un’esposizione di 60 scatti selezionati appositamente per questa mostra che debuttano a Milano, città cara a McCurry, in anteprima mondiale nell’allestimento curato da Biba Giacchetti. Immagini diventate vere e proprie icone del nostro tempo, che indagano la correlazione tra gli animali e l’uomo, creando una narrazione che coinvolge le due specie a tutte le latitudini terresti.

Il progetto “Animals” seppur al debutto in questa selezione di immagini, nasce nel lontano 1991 con le prime foto che compongono l’esposizione, risalenti alla guerra del Kuwait quando durante la ritirata dell’esercito di Saddam furono incendiati oltre seicento pozzi di petrolio. Fotografie che documentano il terribile disastro ambientale attraverso il punto di vista degli animali, come lo scatto che ritrae i cammelli in fuga con il deserto in fiamme alle spalle, vincitore del World Press Photo del 1992 e del premio della giuria composta di bambini provenienti da tutte le nazioni. Il tragico evento è altrettanto approfondito con altre due celebri foto, che mostrano uno stormo di Cormorani in volo durante la migrazione dall’Africa all’Asia Centrale, rimasto intrappolato dentro ad un lago di petrolio. Scene che non solo mettono in luce la fragilità della specie animale davanti allo sconsiderato agire della mano dell’uomo, ma che sottolineano soprattutto il consumarsi di una tragedia nella tragedia.
L’esposizione prosegue poi nel descrivere quello che è il legame tra l’uomo e gli animali tra scene d’amore, di vita ordinaria e profonda intimità, come l’immagine della ragazza con i due topi bianchi sulle spalle, scelta come locandina della mostra, e lo scatto dell’elefantino che grattandosi il dorso su di una roccia, viene ad accostarsi casualmente alla schiena del ragazzo suo domatore, tutto intento nella lettura di un libro. La vicinanza tra queste due figure crea così grazie al lavoro di McCurry un’immagine come surreale, dove l’elefante sembra voler leggere anche lui il libro insieme al ragazzo, in quel breve momento di pausa catturato furtivamente dall’obiettivo del fotografo, all’interno di un centro di ripopolamento in Thailandia. La magia dell’arte di Steve McCurry racchiusa nei colori e nei soggetti che popolano i suoi ritratti, regalano allo spettatore della raccolta “Animals” una visione globale dei sentimenti e delle varie realtà che vedono protagonisti le due specie, accomunate però non sempre da un rapporto idilliaco e di reciproco rispetto. Ne sono infatti testimoni in negativo alcune fotografie che mettono in luce come spiegato dallo stesso fotoreporter americano, l’usanza di far combattere gli animali tra loro: dai combattimenti di galli a quelli più crudeli tra i cani di razza Kuchi, cane pastore dall’indole docile e allo stesso tempo feroce, fotografato in viaggio, legato sul portapacchi di una bicicletta. Animali ritratti infine in tutto il mondo anche come vere e proprie star in rosa del cinema hollywoodiano e protagonisti bizzarri all’interno di supermercati di Los Angeles dallo spirito rock n’roll. Due specie, animali e uomo, legate reciprocamente l’una all’altra che attraverso l’occhio di Steve McCurry arrivano al MUDEC PHOTO di Milano, da ogni parte del mondo.

Testo e fotografie a cura di Simone Teschioni
©LeVentoNews.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...