“Attualità del passato. La pittura colta di Pang Maokun” in mostra a Palazzo Medici Riccardi

Presentata a Palazzo Medici Riccardi la mostra “Attualità del passato. La pittura colta di Pang Maokun“, in programma dall’8 giugno al 28 luglio 2018. L’esposizione curata da Antonio Natali e ideata da Xiuzhong Zhang permette allo spettatore di confrontarsi con uno dei più famosi artisti cinesi del panorama dell’arte contemporanea, Rettore dell’Accademia di Belle Arti di Sichuan. L’opera di Pang Maokun si concentra in parte nel rielaborare celebri capolavori dell’arte come “La Dama con l’ermellino“, la “Giuditta e Oloferne” e molti altri noti, inserendo all’interno dell’opera il proprio autoritratto o dettagli autentici che richiamano alla modernità dei tempi correnti, portando il quadro ad una sua evoluzione naturale come il “Narciso” di Caravaggio, che diventa “Il nuovo mondo del Narciso” di Maokun, opera che si presta come metafora della nostra società moderna.

In mostra troviamo in totale 27 opere dell’artista di Chongqing, di cui 19 dipinti ad olio, 6 disegni e una installazione contenente ritratti pieghevoli di donne, eseguiti a matita e pastello su carta. Un’arte che non si pone in contrasto con il suo antico passato, ma che attraverso lo sguardo di Pang Maokun cerca invece di esserle complice, come avviene nell’opera il “Salotto di Diego Velasquez” dove il foglio tenuto in mano dal Papa Innocenzo X, attraverso il fuoco si anima, prende vita, merito del pittore ritratto seduto al suo fianco in posa altrettanto austera, che tra le mani cela segreto la testa di un accendino.

Testo, fotografie e video a cura di © Simone Teschioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...