The State of the Union 2018 – Firenze 11 Maggio 2018, Palazzo Vecchio

La mattina del secondo giorno del meeting “The State of the Union” organizzato dall’Istituto Universitario Europeo, ha visto dopo la partecipazione del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, nella giornata di ieri organizzata presso i locali della Badia Fiesolana, il susseguirsi di una serie di interventi presso il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, con oggetto sempre il tema della solidarietà in Europa, letta in chiave economica, di politiche fiscali e monetarie, di investimenti sociali, strategie di difesa e di sicurezza, migrazioni e di cambiamento climatico. Dopo il discorso Inaugurale del Sindaco di Firenze Dario Nardella, si sono alternati sul palco il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, il Presidente della Camera di Commercio di Firenze, Leonadro Bassilichi, del Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani e del Presidente della Commissione Europea, Jean Claude Junker.

Il pomeriggio dell’ottava edizione del meeting organizzato dall’European University Institute ha visto invece protagonisti gli interventi dell’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Federica Mogherini, del Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi e del Primo Ministro italiano Paolo Gentiloni. Il tema della solidarietà in Europa si è dimostrato anche in questa seconda fase del dialogo, il cuore intorno al quale si sono alternati gli interventi pomeridiani, a partire da quello di Federica Mogherini che ha saputo coinvolgere il pubblico presente, riscuotendo molti consensi. Il dialogo, moderato poi da Klaus-Deter Frankenberger, redattore del Frankfurter Allgemeine Zeitung, si è concluso poi dietro timida richiesta da parte degli organizzatori solo per questioni tempistiche, lasciando spazio agli interventi successivi, fra gli applausi di tutta la platea astante, soddisfatta e profondamente in sintonia con le parole della Mogherini.

La parola passa così al Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, che ironizzando sulla sua ultima presenza nel salone affrescato dal Vasari, risalente ad una lontana gita scolastica, elogiando la bellezza del luogo che per l’ottavo anno consecutivo, ospita l’incontro “The States of the Union”, interviene sottolineando come la moneta unica sia elemento di forza per l’Unione, una certezza indissolubile che crea nei cittadini un legame di fiducia reciproca, includendo appunto anche la “solidarietà” come strumento di sviluppo e sostegno economico per i vari Paesi.
Chiude infine l’incontro il discorso del Primo Ministro italiano, Paolo Gentiloni, che alla sua probabile ultima uscita pubblica come Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, rimarca con forza come ogni Paese, sopratutto dopo l’uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea, debba impegnarsi affinchè si possa portare avanti un dialogo che conferisca forza, supporto e sostegno dal gruppo ad ogni singola realtà nazionale.

Testo, fotografie e video a cura di © Simone Teschioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...