“Chi è di Scena” e “Benvenuti in casa Gori” – Intervista ad Alessandro Benvenuti

Un grande ritorno quello di Alessandro Benvenuti a Firenze, che vede impegnato l’attore toscano al Teatro di Rifredi con un doppio appuntamento nello spettacolo “Chi è di scena” in programma dal 12 al 15 aprile e “Benvenuti in casa Gori” giunto al suo trentesimo anno di replica, il 17 e 18 aprile. In questa produzione di “Chi è di scena” firmata da Arca Azzurra Teatro, lo spettatore si trova a confrontarsi con uno spettacolo che lega in se caratteri del genere thriller insieme ai tratti noti della propria prorompente comicità. Sul palco Alessandro Benvenuti veste i panni di un attore di teatro ritiratosi da cinque anni dalle scene, senza un apparente motivo, che si trova ad essere intervistato nella sua abitazione da un giovane ammiratore, interpretato da Paolo Cioni (protagonista nella serie “I Delitti del Bar Lume” insieme a Benvenuti), con su lo sfondo della sala, la sagoma di una giovane donna che giace di profilo seminuda su una chaise longue, coperta solo da un drappo di velluto rosso. Un esperimento un po’ insolito, che si rivela però di grande successo incollando il pubblico alle poltrone e lasciandolo incerto, in un clima di tensione, sullo sviluppo di personaggi e trama fino all’inaspettato colpo di scena finale.

In occasione proprio di questo doppio appuntamento al Teatro di Rifredi, abbiamo avuto il piacere di intervistare Alessandro Benvenuti ai nostri microfoni, sul successo di questo suo nuovo spettacolo già al terzo anno di replica e non solo….

Testo, intervista e montaggio a cura di © Simone Teschioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...