Gianmaria Potenza – Alfabeti Sconosciuti e Linguaggi Simbolici

Dal 6 al 29 Aprile troviamo in mostra a Firenze le opere del Maestro veneziano Gianmaria Potenza, esposte presso le prestigiosi sedi della “Sala delle Esposizioni” dell’Accademia delle Arti del Disegno, in via Ricasoli, e presso le sale di Villa Finaly, Universités de Paris Sorbonne in via Bolognese. La mostra si divide in due marco sezioni, ognuna composta da opere di finissima lavorazione che creano un ponte tra Firenze e Venezia e a loro volta tra Firenze e la Francia.

La prima sezione intitolata “Da San Marco a San Marco” trova a fianco di “Gufi”, “Rinoceronti” e Torri, la riproduzione di due grandi leoni realizzati in legno a più spessori. Il primo in omaggio alla città di Firenze raffigurante il Marzocco, simbolo intriso di storia che richiama le antiche origini pagane romane della città, devota prima dell’avvento del cristianesimo, al dio Marte. Il secondo leone invece, nato sempre dall’unione di cerchi e segmenti geometrici, propri del linguaggio artistico di Gianmaria Potenza, raffigura il leone di San Marco, protettore secolare della Serenissima Venezia, creando così una vera e propria unione ideale tra le due città, accomunate da questo simbolo e dalla forte centralità che hanno avuto nello sviluppo della storia dell’arte.

Dalle sculture e dai lavori di San Marco, arriviamo a Villa Finaly, unica sede europea della prestigiosa Univerisités de Paris Sorbonne che ospita la seconda sezione della mostra intitolata “Dal Giglio di Firenze al Giglio Francese“. Protagoniste sono qui alcune delle meravigliose sculture in bronzo come la “Libreria” che adorna la “Sala Ovale” che anticipa le lavorazioni a mola eseguite sul vetro, altro elemento prediletto dal Maestro, impiegato spesso nel suo processo creativo. E’ proprio soffermandosi sulla lavorazione del vetro, che Potenza ci introduce ai suoi recenti lavori, descrivendoli come “i figli più piccoli verso cui è necessario rivolgere più attenzioni, senza però trascurare i primogeniti“. Il Giglio francese e il Giglio fiorentino veri protagonisti di questa parte della mostra, aprono l’allestimento della “Sala Leonardo da Vinci” di Villa Finaly, dedicata alle esposizioni. Entrambe i gigli appositamente retro illuminati, sono lavorati a mola su tavole di cristallo industriale spesse 3 cm.

La mostra sarà visitabile dal 6 al 29 aprile 2018 con i seguenti orari:
“Da San Marco a San Marco”
Via Ricasoli n.68 (angolo Piazza San Marco), Firenze
Da martedì a domenica con orario 10.00-19.00
Ingresso libero.

“Dal Giglio di Firenze al Giglio di Francia”
Via Bolognese 134/R, Firenze
Da lunedì a venerdì: ore 9.00-17.00
Ingresso libero.

 

Fotografie, riprese, interviste e video a cura di @Simone Teschioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...