Vivian Maier – “La fotografa ritrovata”

Nata nel 1926 a New York, Vivian Dorothea Maier governate e bambinaia di professione, fotografa per vocazione, diventa un’importante icona della storia della fotografia grazie alla scoperta e all’acquisto di alcuni sui negativi all’asta da parte di John Maloof, ex agente immobiliare e studioso di street photography.
È il 2007 l’anno in cui avviene la scoperta dei suoi primi lavori, ma è solo dopo la sua morte, nel recente 2009 che inizia la vera fortuna della Maier, attraverso la proposta dei suoi scatti e l’analisi della società americana degli anni 50/70 che emerge attraverso i negativi della sua inseparabile Rolleiflex. Un rapporto intimo tra l’autrice e la macchina fotografica, tra lo scatto e le scene di vita comune che mettono lo spettatore davanti a quel contrasto naturale fatto di cemento e persone, tipico delle strade di New York e Chicago.
La mostra inaugurata il 17 Marzo presso il Museo di Roma in Trastevere, intitolata “Vivian Maier, la fotografa ritrovata”, ha lo scopo di rendere noto con l’esposizione di 120 fotografie in bianco e nero, integrate da una sezione a colori, insieme alla proiezione di filmati in 8mm, come la fotografa attraverso la sperimentazione di una fotografia fine a se stessa, sia riuscita invece a definire una parte consistente della realtà storica dagli anni ’50 in poi: figure di donne signorili ritrarre a fianco di persone reiette e sbandate  riprese negli angoli più in ombra delle città, scatole accantonate e palazzi in demolizione, bambini che giocano in strada e coppie di anziani che si tengono per mano o si addormentano durante un viaggio in treno.
È questa la magia e la forza di Vivian Maier, il riuscire a descrive attraverso la scelta di soggetti semplici, tutta la complessità e le difficoltà di una società eterogenea in continua evoluzione, oggetto costante di studio. Gli orari dell’esposizione vanno dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 20.00 fino al 18 giugno 2017 con il prezzo dell’ingresso che varia dai 8,50 euro ai 9,50 euro, eventuali altre convenzioni e condizioni di gratuità sono consultabili sul sito ufficiale www.museodiromaintrastevere.it

Testo a cura di ©Simone Teschioni
Fonte foto www.vivianmaier.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...