“Alfabeti Sommersi” – “Fiorenza”

Alfabeti  Sommersi” e “Fiorenza” sono i nomi delle ultime due iniziative, l’una storica, l’altra principalmente di richiamo artistico, che in questi giorni stanno valorizzando con la loro presenza rispettivamente la Sala d’Arme e il Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio in Firenze.
Il primo dei due progetti, “Alfabeti Sommersi”, sviluppato in occasione del 50esimo anniversario dell’alluvione che colpì Firenze nel 1966, vede l’esposizione fino al 13 novembre, delle opere di Emilio Isgrò e Anselm Kiefer, affiancate dalla proiezione del film documentario sui giorni dell’alluvione a cura di Beppe Fantacci, per la prima volta riprodotto a colori. La figura del “libro” come elemento centrale che nel suo significato intrinseco eleva la mente e lo spirito dell’uomo, viene qui messa in luce riprendendo le cronache dei giornali, come una delle principali icone del danno culturale riportato in quei giorni, a seguito della furia della piena dell’Arno. Le immagini che si alternano sulle tre pareti della Sala d’Arme creano poi attraverso la proiezione a colori, la suggestione dell’attualità, portando lo spettatore moderno ad essere, come fu per i fiorentini di allora, protagonista del ricordo di quel triste 4 novembre datato 1966.

Il secondo progetto, “Fiorenza”, che abita gli spazi del Cortile della Dogana, è un vero e proprio omaggio di Giampaolo Talani alla città di Firenze. Un bronzo dalle forme femminili che incarna nei suoi tre metri di altezza, la fierezza e i valori, che la città trasmette nel quotidiano ai suoi abitanti e ai sempre maggiori turisti che si alternano per le sue strade. Abbondante e dai lineamenti rotondi che ispirano nelle sue forme fertilità e dolcezza, l’opera dell’artista di San Vincenzo, sarà in esposizione fino al 31 gennaio presso Palazzo Vecchio per poi essere collocata come installazione permanente presso Piazza San Jacopino, grazie alla donazione a fronte dell’acquisto della stessa, da parte della Banca di Cambiano. Un artista contemporaneo nel cuore di un quartiere contemporaneo, per il continuo sviluppo della città nella sua interezza, dal centro storico alle sue periferie.

©Testo: Simone Teschioni
©Foto: Mauro Sani per Associazione Mus.E – http://www.musefirenze.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...